cliccare per visualizzare il menu

Città di Finale Ligure

Dichiarazione IMU

L'obbligo dichiarativo sorge nei casi in cui sono intervenute variazioni, non conoscibili dal Comune, che incidono sulla determinazione del tributo nonché in tutti i casi in cui il contribuente voglia usufruire di aliquote agevolate deliberate dal Comune. Per le fattispecie per le quali si deve ottemperare all'obbligo dichiarativo si rinvia alle istruzioni ministeriali per la compilazione della dichiarazione e alle delibere comunali di approvazione delle aliquote d'imposta.

Ai sensi dell’art. 1, comma 769, della Legge 160/2019, i soggetti passivi devono presentare la dichiarazione o, in alternativa, trasmetterla in via telematica secondo le modalità approvate con apposito decreto del Ministero dell’economia e delle finanze, sentita l’Associazione nazionale dei comuni italiani (ANCI), entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta. Nelle more dell’entrata in vigore del decreto, i contribuenti continuano ad utilizzare il modello di dichiarazione di cui al decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 30 ottobre 2012, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 258 del 5 novembre 2012. La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi, sempre che non si verifichino modificazioni dei dati ed elementi dichiarati cui consegua un diverso ammontare dell’imposta dovuta. Restano ferme le dichiarazioni presentate ai fini della vecchia IMU e del tributo per i servizi indivisibili, in quanto compatibili.

Il contribuente che intenda usufruire di agevolazioni e/o riduzioni, anche della sola aliquota, è tenuto a presentare, entro il predetto termine del 30 giugno dell'anno successivo, la dichiarazione IMU, ovvero la specifica comunicazione eventualmente prevista dalla delibera comunale di determinazione delle aliquote e detrazioni, anche utilizzando i modelli resi disponibili dal Comune.

La dichiarazione deve sempre essere presentata qualora il soggetto passivo conceda in locazione, anche per periodi brevi, tutto o parte dell'immobile adibito ad abitazione principale: nella dichiarazione deve essere indicato il periodo in cui l'immobile è stato locato e per il quale, pertanto, non può essere usufruita l'agevolazione / esenzione per abitazione principale; la mancata presentazione della dichiarazione comporta la perdita dell'agevolazione / esenzione per abitazione principale, per la durata della locazione accertata, oltre all'irrogazione della sanzione per omessa denuncia.

Gli enti di cui al comma 759, lettera g), della Legge 160/2019 - enti non commerciali - devono presentare la dichiarazione, il cui modello è approvato con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, sentita l’ANCI, entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta. Si applica il regolamento di cui al decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 19 novembre 2012, n. 200. Nelle more dell’entrata in vigore del decreto, i contribuenti continuano ad utilizzare il modello di dichiarazione di cui al decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 26 giugno 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 153 del 4 luglio 2014. La dichiarazione deve essere presentata ogni anno.

La dichiarazione IMU NON DEVE ESSERE PRESENTATA nei casi di acquisto, vendita, variazione di diritti reali sugli immobili i cui relativi atti abbiano previsto l'applicazione delle procedure telematiche di cui al D.Lgs. 463/97 relativo alla disciplina del modello unico informatico (MUI) utilizzato dai notai per effettuare la registrazione, iscrizione, trascrizione, e annotazione nei registri immobiliari.

E’ comunque sempre consentito ai contribuenti, ove lo ritengano opportuno, comunicare agli uffici i dati o le notizie utili alla tempestiva e corretta sistemazione ed aggiornamento della propria posizione contributiva.

La dichiarazione può essere presentata con una delle seguenti modalità:

  • a mezzo posta con raccomandata:
  • consegna diretta all'Ufficio Protocollo del Comune, che ne rilascia ricevuta;
  • trasmissione telematica diretta con posta certificata all'indirizzo pec comunefinaleligure@legalmail.it;
  • trasmissione telematica indiretta con posta certificata da parte di intermediario fiscale autorizzato abilitato all'invio telematico di dichiarazioni fiscali ai sensi dell'art. 3, comma 3 del DPR 322/1998 e s.m.i., secondo le modalità previste dalla normativa.

Normative di riferimento:

  • art.1, comma 769, legge 27/12/2019, n. 160
  • Regolamento comunale per l'applicazione dell'IMU (art. 12)
  • Delibera comunale di fissazione aliquote  

Caratteristiche Procedimento

Istanza di parte: 
SI
Termine conclusione procedimento: 

60 giorni dal ricevimento dell'istanza

Contatti

Ufficio Tributi

Telefono:
0196890291
0196890236
0196890257
0196890228
0196890208
© 2021 Città di Finale Ligure · Sito realizzato ed ospitato dalla Provincia di Savona - Servizio Sistema Informativo · Dichiarazione di Accessibilità