cliccare per visualizzare il menu

Città di Finale Ligure

Gestione ed utilizzo delle terre e rocce da scavo

La normativa nazionale vigente per quanto concerne le terre e le rocce da scavo è il DPR 120/2017: l’art. 4  stabilisce i requisiti generali affinchè le terre e rocce da scavo possano essere sottoposte al regime dei sottoprodotti.

Per i cantieri di piccole dimensioni e di grandi dimensioni non sottoposti a VIA/AIA la sussistenza di tali requisiti è attestata attraverso la presentazione di una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, resa ai sensi del DPR 445/2000, con la modulistica riportata in Allegato 6.

La dichiarazione deve essere presentata, anche solo in via telematica, al Comune del luogo di produzione e all’ARPA territorialmente competente almeno 15 giorni prima dell’inizio dei lavori di scavo.

L’art. 7 del DPR stabilisce che l’utilizzo delle terre e rocce da scavo deve essere attestato entro il termine di validità della dichiarazione con la trasmissione, anche solo in via telematica, del modulo di cui all’Allegato 8  all’Arpa competente per il sito di destinazione, al comune del sito di produzione e al comune del sito di destinazione. L’omessa dichiarazione di avvenuto utilizzo entro tale termine comporta la cessazione, con effetto immediato, della qualifica delle terre e rocce come sottoprodotto.

Riferimenti e contatti Ufficio

Responsabile del Procedimento: 
Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria: 

Caratteristiche Procedimento

Provvedimento espresso: 
SI
Tipo di provvedimento espresso: 
Approvazione piano di utilizzo (Art.5 DM 161/12)
Dichiarazione inizio attività: 
NO
Istanza di parte: 
SI
Istanza d'ufficio: 
NO
Silenzio Assenso: 
SI

Contatti

Ufficio Ambiente

Telefono:
0196890231
0196890242
© 2021 Città di Finale Ligure · Sito realizzato ed ospitato dalla Provincia di Savona - Servizio Sistema Informativo · Dichiarazione di Accessibilità